machiavellismo contemporaneo

dalle parole da buonista

dall’essere materialista

dalla falsità della politica

dalla volontà di primeggiare

dalle amicizie false

dalle amicizie finte

dal ‘mi servi’

dal ti voglio bene e ti odio

dal mondo delle borse

dall’universo delle copie

dalla non consapevolezza del proprio essere

fuori dal parlar di discorsi mai provati

dalle parole costruite dagli altri e riposizionate a caso

dalle poesie del culo

dal tradire il marito

dal sentirsi superiore

dall’approfittarsi del tempo

dal mentire a se stessi

dalla serenità finta del denaro

noi, fuori, sappiamo bene cosa fare

consapevoli che nessun ricco è ricco quanto un povero felice.